facebook YouTube itunes google-app

case antisismiche

La prova estrema

Prove sismiche - Wolf Haus e Eucentre Pavia - prova finale

La prova più estrema da diverse angolature:

Cinque, quattro, tre, due, uno... l'inarrestabile countdown è terminato con una scossa dalla potenza pressoché intollerabile, contraddistinta da un'accelerazione (forza-G) di 1,48g, una sfida praticamente impossibile. La casa a quattro piani di Wolf Haus, realizzata con struttura a telaio in legno, non era un modello in scala ridotta com'è usuale in questo tipo di prove, ma un edificio a dimensioni reali, simile a quelli realizzati in tutto il mondo dall'azienda altoatesina. Dopo una lunga serie di test singoli sui differenti componenti edilizi, durata 15 mesi, è stato finalmente possibile testare con pieno successo la sicurezza antisismica dell'intero edificio.

I test sono stati realizzati in uno degli impianti di ricerca più rinomati a livello mondiale nel settore della sicurezza antisismica, la “tavola vibrante” dell'EUCENTRE (European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering) di Pavia, alla presenza di numerosi esperti internazionali della materia e rappresentanti di politica e media.

L'ingegnere Simon Keller, il responsabile del settore statica di Wolf Haus che ha accompagnato e coordinato per lunghi mesi i lavori, si dice giustamente orgoglioso. “Il sisma dell'Aquila nel 2009 ha raggiunto un'accelerazione di 0,66g.  I nostri test erano tarati su accelerazioni pari ad oltre 1g con l'obiettivo di simulare i drammatici terremoti recentemente verificatisi in Giappone ed a Haiti. Dopo aver analizzato l'ultimo test le previsioni si sono tramutate in certezza. Avevamo superato i 1,48g di accelerazione, un valore francamente incredibile. I nostri dati relativi all'accelerazione hanno superato quelli del devastante terremoto di Kobe, verificatosi nel 1995, con un valore di 0,9g, e quelli del più forte sisma mai registrato nella storia, ovvero il terremoto del 1960 a Valdivia, in Cile con 9,5 gradi della scala Richter. La norma italiana per il dimensionamento statico nelle zone a maggiore rischio sismico prevede un valore di accelerazione di 0,35g. I nostri test hanno pertanto superato di gran lunga questa soglia”.

Eccovi alcune immagini del Convegno e della prova finale:

La casa che non teme terremoti

Case assolutamente antisismiche

Edilcantiere.it

Repubblica

Rai1, uno mattina

Perché sono crollate le case in Emilia?

Le analisi degli esperti dell'Eucentre